Farò la figura dello stupido? Ansia sociale e isolamento


Tutti vogliamo fare bella figura e abbiamo paura di essere rifiutati, e un piccolo grado di ansia ci aiuta a dare il meglio di noi. Ma cosa succede se con gli altri ci sentiamo sempre sotto esame? La fobia sociale o ansia sociale è un disturbo d’ansia caratterizzato da paura e ansia  molto intense durante le interazioni sociali e interpersonali. La persona si sente continuamente giudicata, criticata e al centro dell’attenzione.

Il timore del giudizio altrui è il nucleo fondante della fobia sociale e rappresenta la base da cui si origina la sintomatologia fobica, che induce chi ne è vittima a ridurre o eliminare del tutto le situazioni e interazioni sociali pur desiderandole nel profondo.

La fobia sociale inizia a manifestarsi generalmente nella tarda adolescenza, e tra le situazioni maggiormente temute troviamo sostenere esami, parlare in classe o a una riunione, parlare con persone importanti o con persone dell’altro sesso, fare telefonate, e in generale condividere spazi e situazioni con persone diverse ma per lo più sconosciute e che incutono paura del giudizio.

Chi teme tutto questo, conosce bene i sintomi psicologici e fisici che si associano a quelle situazioni: imbarazzo e paura di arrossire, ansia intensa prima del verificarsi della situazione e paura di essere giudicati ansiosi o imbranati, di non farcela o di fare una figuraccia, accompagnati da tachicardia, tremore della voce, respiro affannoso, mani sudate, urgenza di andare al bagno, bocca secca, vertigini…

E’ chiaro che l’istinto dice di evitare tutto ciò e il risultato è proprio l’evitamento con possibili gravi limitazioni in ambito sociale, lavorativo o relazionale.

Quali sono le cause?

Molti studi sostengono che alla base di tale disturbo possano esserci stati dei traumi infantili o esperienze negative come l’essere stati vittime continuative di umiliazione pubblica, derisione o di aggressione. Anche senza necessariamente eventi singoli eclatanti un clima familiare sottilmente mortificante o giudicante può condizionare lo sviluppo di bambini magari già predisposti all’inibizione, che crescendo costruiscono degli schemi di valutazione della realtà e delle relazioni sociali distorti.

Cosa si può fare?

Avere una vita di relazioni soddisfacenti, poter dire la propria opinione  e dimostrare ciò che si vale è importante e gratificante. La psicoterapia breve (10-15 sedute) risulta essere molto efficace nella cura della fobia sociale, poiché è centrata sul “qui ed ora”.

L’intervento ha come scopo la modifica dei pensieri disfunzionali e l’analisi delle  tentate soluzioni, con la sostituzione progressiva di queste ultime con nuove abilità più funzionali per affrontare le situazioni temute. Non lasciarsi scoraggiare e affidarsi con fiducia a un professionista è il primo passo, ma lo devi fare tu!

9 thoughts on “Farò la figura dello stupido? Ansia sociale e isolamento”

  1. download ha detto:

    Just wanna input that you have a very nice web site , I the style it actually stands out. Kiley Devlen Derzon

  2. download ha detto:

    Im grateful for the article post. Thanks Again. Awesome. Fawnia Corbett Strawn

  3. 720p ha detto:

    Nice post. I learn something new and challenging on blogs I stumbleupon every day. It will always be interesting to read through content from other writers and use something from other web sites. Elly Brodie Estey

  4. netflix ha detto:

    Everything is very open with a clear explanation of the challenges. It was truly informative. Your site is very useful. Thank you for sharing! Rosalinda Alano Risteau

  5. bedava ha detto:

    Hello. This article was extremely fascinating, especially since I was looking for thoughts on this matter last Thursday. Bernadette Kippie Burget

  6. erotik ha detto:

    Thank you for your blog post. Really thank you! Keep writing. Norah Lester Benedict

  7. yabanci ha detto:

    I gotta bookmark this site it seems very beneficial invaluable Merle Cullan Snowber

  8. erotik ha detto:

    Have you ever thought about publishing an ebook or guest authoring on other blogs? I have a blog based on the same information you discuss and would really like to have you share some stories/information. I know my viewers would value your work. If you are even remotely interested, feel free to shoot me an e mail. Deidre Andie Xaviera

  9. turkce ha detto:

    Thanks for the tips shared on the blog. Yet another thing I would like to talk about is that weight loss is not information about going on a fad diet and trying to reduce as much weight as you can in a set period of time. The most effective way in losing weight is by consuming it slowly but surely and following some basic points which can enable you to make the most from your attempt to drop some weight. You may recognize and be following many of these tips, although reinforcing know-how never damages. Nelli Ezra Kessel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Post